4.4.13

 

Il consolato e le fotocopie

Scusate la lunga assenza. Sono successe brutte cose in Pitecolandia (no, non mi riferisco alle recenti elezioni) e quindi non ho avuto più molto tempo per scrivere qui. Non ho tempo neanche ora, ma ci tenevo a immortalare quest'episodio.
Consolato: "Per fare questo certificato mi servono questi documenti".
Turz: "Eccoli qui".
Consolato: "Dovrebbe farne delle fotocopie".
Turz: "Non può farle lei?"
Consolato: "No, non posso farle io, vada alla copisteria a 1 km da qui, la aspetto".
[2km di corsa sotto la pioggia e 1 euro dopo...]
Turz: "Puff... pant... ecco i documenti e le fotocopie".
Consolato (dopo aver stampato il certificato): "Ecco il certificato, controlli se va tutto bene".
Turz (dopo aver controllato): "Sì, va tutto bene".
Consolato: "Allora aspetti un attimo che lo fotocopio".
Va nell'ufficio accanto e lo fotocopia.

Labels: ,



Comments:
L'impiegato era uno dei Monty Python? :)
 
Per caso dietro lo sportello c'era "Dicaaa" dei Soliti Idioti?

Ciao da un piteco.

 
p.s. Beh forse non dovrei offendermi così tanto solo perché mi hai dato del piteco... in fondo Piteco è anche il nome di un software quindi da bravo informatico dovrei essere contento...
 
@entrambi:
Effettivamente mi sembrava di essere in una scena di Monty Python o dei Soliti Idioti.
Magari evitano di fare le fotocopie in modo da garantire servizi efficienti. Per esempio per prenotare un appuntamento per il passaporto basta aspettare quattro mesi.
 
Eh ma che stronzo.... -.-
 
C'è da dire che il consolato è il luogo dove Italia e Germania mettono insieme il peggio di entrambe.
 
Post a Comment

Links to this post:

Create a Link



<< Turz

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Click here to take the Nerd Test!